lunedì 3 aprile 2017

Reati in crescita e cittadini che non possono difendersi

L’ennesimo omicidio per mano di un delinquente di un gestore di un bar avvenuto in provincia di Bologna dimostra come ormai la criminalità “comune” sia un grosso problema per i cittadini.
 
Tutti questi soggetti girano tranquillamente per le vie delle nostre città armati fino ai denti senza che nessuno li fermi prima di commettere un reato se non, come succede sempre più spesso, un omicidio.
 
E’ inutile che ci vengono a parlare di statistiche dei reati in calo, ormai per quelli più lievi le persone non denunciano nemmeno più, visto l’inutilità di farlo. In televisione e sui giornali si sente dire che la gente ragiona “con la pancia” e si parla dell’insicurezza “percepita”. Sono delle vere e proprie offese verso i cittadini onesti che si sentono presi in giro da un sistema che protegge i delinquenti, dal vedere che le forze dell’ordine rischiano la vita per acchiapparli e poi un giudice li libera il giorno dopo. I cittadini vivono sulla loro pelle le problematiche di tutto questo senza potersi difendere perché, se lo fanno, vengono accusati di “eccesso di legittima difesa”, quindi devono aspettare di venire rapinati, picchiati e ammazzati senza poter fare nulla, magari in casa propria.
 
 Si percepisce chiaramente che lo Stato di tutto ciò se ne frega, è complice dell’immigrazione clandestina che aumenta l’illegalità e i reati commessi giornalmente, come se non bastasse già la criminalità italiana, è complice di una giustizia lenta e incomprensibile. Ci si meraviglia se poi crescono in Europa i partiti di destra. Ovvio che se il cittadino si sente vessato dai doveri ma non si sente protetto dallo Stato e nemmeno capito (grazie ai politici che fanno promesse regolarmente disattese e anche a un certo giornalismo che finge di non vedere i problemi),  comincia ad arrabbiarsi, a essere sempre più intollerante verso gli altri e a pensare di doversi difendere da solo, con tutte le conseguenze che questo comporta.
(Pubblicato su Libero del 4 aprile 2017)

--------------
I MIEI LIBRI
I protagonisti di questo romanzo, Stefano e Claudia con i loro figli, perdono tutto quello che nel tempo avevano duramente conquistato o creato e si trovano a dover fronteggiare una situazione economica drammatica senza vedere un futuro. Conosceranno una realtà mai vissuta di povertà, di precarietà e di impotenza. Lungo il loro cammino conosceranno da vicino anche il problema dell'immigrazione e dei senza tetto. Riusciranno a trovare la strada per un futuro migliore?

 
----------------------- 
Sembra una storia d'amore e di tradimento come tante. Ma questa storia ha qualcosa di diverso: è stata vissuta? E' possibile? E' vera? Sembrerebbe un normale colpo di fulmine tra un personaggio importante e una donna incontrata per caso che gli ha stravolto la vita e la famiglia. Ma è tutto vero? Oppure...
 

martedì 21 marzo 2017

Le opinioni delle firme del Fatto sul M5S sono corrette?

Leggendo le opinioni delle firme del Fatto sul M5S dopi i fatti di Genova, trovo che ognuno di loro abbia una parte di ragione.
 
Il M5S si dimostra poco democratico quando viene eliminata la possibilità di eleggere una candidato, come nel caso di Marika Cassimatis a Genova.
 
Con una decisore simile, senza dare motivazioni, Grillo ha dato un segnale di dittatura più che di democrazia.
L’uno vale uno è impossibile, ovvio che chi entra in Parlamento o guida una giunta comunale non può essere al livello dei semplici elettori del Movimento che si limitano a votare e guardare. Inoltre devono essere elette persone che abbiano le competenze per fare ciò che i cittadini si aspettano.
In parte ha ragione Padellaro quando dice che Grillo, per ora, non fa danni, ma in futuro, nel caso di un governo a 5 stelle, è accettabile un comportamento simile?
 
 
In parte ha ragione anche Sansa dicendo che a volte il M5S fa ciò che contestava in precedenza (vedi il caso delle nomine a Roma), ha ragione in parte Scanzi quando dice che nel M5S c’è poca democrazia, lo si vede persino nei simpatizzanti e nei loro commenti ben poco democratici sui social. E ha ancora più ragione Truzzi quando sostiene che il Movimento non ha ancora linee guida precise sugli argomenti essenziali. A partire dall’immigrazione per arrivare all’Europa, si ha l’impressione che a volte non si pronunci per non scontentare nessuno oppure abbia idee discordanti.
Nonostante ciò ritengo che D’Arcais sbagli a sostenere che il Movimento non è più votabile perchè comunque è ancora l’unica possibilità di un cambiamento, se mai questo fosse possibile. Ovvio che bisogna vederlo nei fatti, a parole tutto è molto più facile.
 
-----------------------------------------
I MIEI LIBRI
I protagonisti di questo romanzo, Stefano e Claudia con i loro figli, perdono tutto quello che nel tempo avevano duramente conquistato o creato e si trovano a dover fronteggiare una situazione economica drammatica senza vedere un futuro. Conosceranno una realtà mai vissuta di povertà, di precarietà e di impotenza. Lungo il loro cammino conosceranno da vicino anche il problema dell'immigrazione e dei senza tetto. Riusciranno a trovare la strada per un futuro migliore?

 
----------------------- 
Sembra una storia d'amore e di tradimento come tante. Ma questa storia ha qualcosa di diverso: è stata vissuta? E' possibile? E' vera? Sembrerebbe un normale colpo di fulmine tra un personaggio importante e una donna incontrata per caso che gli ha stravolto la vita e la famiglia. Ma è tutto vero? Oppure...
 

venerdì 17 marzo 2017

Travaglio ha ragione! Senato vergognoso.

Come non dare ragione a Marco Travaglio nel suo esplicativo editoriale di venerdì? Come possono i cittadini fidarsi di questa classe politica e di questi partiti da anni inaffidabili, privi di vergogna e completamente disinteressati ai problemi del paese? Conoscendoli il risultato di questi voti era scontato, questa è solo l’ennesima dimostrazione di come chi siede su quelle poltrone sia sodale con il proprio vicino, soprattutto se chi vota a favore per salvare un soggetto sa di avere indagini o procedimenti giudiziari in corso per cui fa un regalo ad un “amico” che poi farà altrettanto per lui.
 
 
Una complicità vergognosa agli occhi dei cittadini che avviene tranquillamente all’interno del Senato, un organo dello Stato che dovrebbe garantire l’onestà di chi governa il paese.
 
Questi personaggi si muovono nella più totale impunità, nel silenzio del Capo dello Stato e di gran parte degli organi di stampa. Come titolava il Fatto Quotidiano mercoledì, “tutto è perdonato” ma ciò è molto pericoloso perché sta crescendo la rabbia dei cittadini onesti e questo non può sfociare in nulla di positivo.
-----------------
I MIEI LIBRI
I protagonisti di questo romanzo, Stefano e Claudia con i loro figli, perdono tutto quello che nel tempo avevano duramente conquistato o creato e si trovano a dover fronteggiare una situazione economica drammatica senza vedere un futuro. Conosceranno una realtà mai vissuta di povertà, di precarietà e di impotenza. Lungo il loro cammino conosceranno da vicino anche il problema dell'immigrazione e dei senza tetto. Riusciranno a trovare la strada per un futuro migliore?

 
----------------------- 
Sembra una storia d'amore e di tradimento come tante. Ma questa storia ha qualcosa di diverso: è stata vissuta? E' possibile? E' vera? Sembrerebbe un normale colpo di fulmine tra un personaggio importante e una donna incontrata per caso che gli ha stravolto la vita e la famiglia. Ma è tutto vero? Oppure...
 
 
 

giovedì 16 marzo 2017

In Senato sempre tutti salvi!!

 
Come era scontato al Senato  Luca Lotti è stato salvato nel voto di sfiducia proposto dal M5S. E oggi anche Augusto Minzolini è stato messo in salvo  grazie ai voti di appoggio dei sodali.
 
 
L’ennesima dimostrazione di  come chi siede su quelle poltrone sia sodale con il proprio vicino, soprattutto se chi vota a favore per salvare un soggetto sa di avere indagini o procedimenti giudiziari in  corso per cui fa un regalo ad un “amico” che poi farà altrettanto per lui. Non vi è giustizia in tutto questo ma solo una complicità piuttosto vergognosa agli occhi dei cittadini.
 
Questi dubbi personaggi, che dovrebbero andare a fare altro e non guidare un paese alla rovina,  non si riescono a mandare via in nessuna maniera, nulla li fa vergognare e nulla li smuove da una poltrona troppo privilegiata e pagata.
 
 
-----------------
I MIEI LIBRI
I protagonisti di questo romanzo, Stefano e Claudia con i loro figli, perdono tutto quello che nel tempo avevano duramente conquistato o creato e si trovano a dover fronteggiare una situazione economica drammatica senza vedere un futuro. Conosceranno una realtà mai vissuta di povertà, di precarietà e di impotenza. Lungo il loro cammino conosceranno da vicino anche il problema dell'immigrazione e dei senza tetto. Riusciranno a trovare la strada per un futuro migliore?


 
 
 
----------------------- 
Sembra una storia d'amore e di tradimento come tante. Ma questa storia ha qualcosa di diverso: è stata vissuta? E' possibile? E' vera? Sembrerebbe un normale colpo di fulmine tra un personaggio importante e una donna incontrata per caso che gli ha stravolto la vita e la famiglia. Ma è tutto vero? Oppure...
 
 

venerdì 10 marzo 2017

Consip: tutti senza vergogna!!!

Tutto quello che sta vendendo fuori in questi giorni sul caso Consip e sul padre dell’ex Presidente del Consiglio Tiziano Renzi è una delle tante penose storie italiane di corruzione che ormai imperversano quasi ovunque e toccano soprattutto il Partito Democratico che di democratico ormai non ha più nulla.
 
Ma la cosa incredibile è che questi personaggi, quando vengono scoperte le loro malefatte e i loro intrallazzi, invece di andarsi a nascondere, accusano i quotidiani che hanno fatto e scritto le inchieste spesso facendo partire le indagini dei magistrati. Minacciano infondate cause milionarie (come nel caso del Fatto Q.) o millantano inesistenti vicinanze negli affari (come nel caso della Verità). Del resto questi sono gli unici giornali che si sono occupati da subito delle vicende, gli altri se ne sono ben guardati dal farlo vista l’attitudine a non parlare di tutto ciò che ruota intorno a Matteo Renzi.
 
 Ormai è talmente assodata l’abitudine di delinquere che questi signori non hanno più vergogna di nulla, non temono le indagini perché poi, con la lentezza giudiziaria e tutti i cavilli a cui si attaccano gli avvocati, sanno che probabilmente ne usciranno puliti o, più facilmente, prescritti. Non hanno vergogna a parlare in televisione, a dirsi estranei da tutto e a fingere di cadere dalle nuvole, questo grazie anche a qualche giornalista poco propenso nel fare domande scomode. E’ veramente incredibile il coraggio e l’impunità di questi “signori”!
-----------
I MIEI LIBRI
I protagonisti di questo romanzo, Stefano e Claudia con i loro figli, perdono tutto quello che nel tempo avevano duramente conquistato o creato e si trovano a dover fronteggiare una situazione economica drammatica senza vedere un futuro. Conosceranno una realtà mai vissuta di povertà, di precarietà e di impotenza. Lungo il loro cammino conosceranno da vicino anche il problema dell'immigrazione e dei senza tetto. Riusciranno a trovare la strada per un futuro migliore?

----------------------- 
Sembra una storia d'amore e di tradimento come tante. Ma questa storia ha qualcosa di diverso: è stata vissuta? E' possibile? E' vera? Sembrerebbe un normale colpo di fulmine tra un personaggio importante e una donna incontrata per caso che gli ha stravolto la vita e la famiglia. Ma è tutto vero? Oppure...
https://www.amazon.it/Una-storia-impossibile-Monica-S-ebook/dp/B01DHEE6EQ/ref=sr_1_4?ie=UTF8&qid=1477131412&sr=8-4&keywords=UNA+STORIA+IMPOS

lunedì 27 febbraio 2017

Serve la dignità di scegliere anche nella morte

Purtroppo in questo paese non esiste il diritto di morire. Nemmeno il caso del dj Fabo che da tempo lottava per poter porre fine alla propria vita che non riteneva più tale con un desiderio di morte chiaro, legittimo ed espresso con grande dignità e coraggio, ha smosso il nostro sonnacchioso governo. Purtroppo, come tanti altri in precedenza, ha dovuto andare all'estero per poter esaudire il suo ultimo desiderio. In Italia le quattro proposte di legge che permetterebbero a un essere umano di decidere sulla fine della propria esistenza, come è legittimo, giacciono in parlamento in attesa di essere discusse ormai da un anno, con i soliti rinvii tutti italiani.
 
 
E' vergognoso che in questo paese sempre meno democratico, ogni volta che si prova a fare una legge che dia dignità ai cittadini più deboli, questa venga sempre rimandata o ignorata. In questo caso sicuramente pesa anche la forte presenza della Chiesa che è ostile e non capisce la gravità delle condizioni di vita delle persone che fanno questa difficile scelta, non capisce l'importanza che avrebbe la possibilità di porre fine alla propria vita in Italia, a casa propria e nel proprio letto.
 
Al lato pratico non cambierebbe nulla visto che spesso chi è determinato a fermare per sempre le proprie sofferenze lo fa comunque andando all'estero affrontando difficoltà e costi. L'ipocrisia di chi ci governa è sempre più grande e le nostre istituzioni sono sempre più lontane dai cittadini.
-----------------------
---------------
I MIEI LIBRI
I protagonisti di questo romanzo, Stefano e Claudia con i loro figli, perdono tutto quello che nel tempo avevano duramente conquistato o creato e si trovano a dover fronteggiare una situazione economica drammatica senza vedere un futuro. Conosceranno una realtà mai vissuta di povertà, di precarietà e di impotenza. Lungo il loro cammino conosceranno da vicino anche il problema dell'immigrazione e dei senza tetto. Riusciranno a trovare la strada per un futuro migliore?

----------------------- 
Sembra una storia d'amore e di tradimento come tante. Ma questa storia ha qualcosa di diverso: è stata vissuta? E' possibile? E' vera? Sembrerebbe un normale colpo di fulmine tra un personaggio importante e una donna incontrata per caso che gli ha stravolto la vita e la famiglia. Ma è tutto vero? Oppure...
https://www.amazon.it/Una-storia-impossibile-Monica-S-ebook/dp/B01DHEE6EQ/ref=sr_1_4?ie=UTF8&qid=1477131412&sr=8-4&keywords=UNA+STORIA+IMPOS
-

giovedì 23 febbraio 2017

Solo ora capiamo che la tecnologia ci impoverisce??

Fintamente si comincia a parlare dei pericoli della tecnologia sempre più presente nelle nostre vite e sempre più avanzata. Si sta prendendo atto, con grande ritardo, che la tecnologia sta sostituendo sempre di più l'uomo nel lavoro. Ma dove erano tutti quanti quando nelle aziende gli operai diminuivano per l'arrivo di macchine e robot sempre più autonomi e sofisticati? Dove erano quando negli uffici gli impiegati calavano per l'arrivo di computer sempre più in grado di fare calcoli complessi e software in grado di gestire, a volte meglio dell'uomo, ogni procedura amministrativa, commerciale o di qualsiasi altro genere?
Dove erano quando si è cominciato a sostit
 
uire ovunque (per esempio nei supermercati con le casse automatiche) il personale con macchine in grado di incassare denaro? Non era difficile immaginare, già almeno una decina di anni fa, che questo avrebbe comportato sempre più mancanza di lavoro per tutti. Ora la tecnologia avanza ancora, comincia la diffusione di robot in famiglia per sostituire badanti e fare i scomodi lavori di casa e presto arriveremo a mezzi che si muovono autonomamente anche in strada.
Ci piace tanto la tecnologia perchè ci aiuta e ci rende la vita più facile (anche se stiamo diventando tutti più pigri) ma forse dovremmo prendere atto che ci stiamo distruggendo con le nostre stesse mani e dare un freno al progresso tecnologico.
(Pubblicato su Libero del 24/02/17)
 
 
---------------
I MIEI LIBRI
I protagonisti di questo romanzo, Stefano e Claudia con i loro figli, perdono tutto quello che nel tempo avevano duramente conquistato o creato e si trovano a dover fronteggiare una situazione economica drammatica senza vedere un futuro. Conosceranno una realtà mai vissuta di povertà, di precarietà e di impotenza. Lungo il loro cammino conosceranno da vicino anche il problema dell'immigrazione e dei senza tetto. Riusciranno a trovare la strada per un futuro migliore?

----------------------- 
Sembra una storia d'amore e di tradimento come tante. Ma questa storia ha qualcosa di diverso: è stata vissuta? E' possibile? E' vera? Sembrerebbe un normale colpo di fulmine tra un personaggio importante e una donna incontrata per caso che gli ha stravolto la vita e la famiglia. Ma è tutto vero? Oppure...
https://www.amazon.it/Una-storia-impossibile-Monica-S-ebook/dp/B01DHEE6EQ/ref=sr_1_4?ie=UTF8&qid=1477131412&sr=8-4&keywords=UNA+STORIA+IMPOS
-